Codice etico

Scarica il Codice Etico in PDF

PREMESSE

Il seguente codice etico è susseguente e complementare al Manifesto sottoscritto dai membri del Forum Arte e Spettacolo (FAS). Esso va dunque letto, interpretato e applicato in coordinamento con quel testo a cui è subordinato. In particolar modo sono da ritenersi fondanti i seguenti principi in esso contenuti: Il Forum Arte e Spettacolo è inclusivo, democratico e pluralista e rifiuta qualsiasi forma di discriminazione o violenza, verbale o comportamentale, che non rispetti la sensibilità delle persone e il diritto alla diversità di pensiero. Il Forum Arte e Spettacolo esprime la sua disponibilità a connettere e accogliere competenze, suggerimenti e ogni altro contributo da parte di istituzioni pubbliche e private finalizzate alla costruzione di un sistema nuovo per l’arte e lo spettacolo, per una società e un’umanità nuova. 

PARTECIPAZIONE

La fragilità endemica del sistema dello spettacolo richiede di collaborare mantenendo unite tutte le filiere, al fine di rendere efficaci richieste e soluzioni in grado di sostenere il comparto, consolidarlo nel tempo e renderlo sempre più incisivo come agente produttivo di economie, culture, promozione e benessere. A tale scopo si richiede una precisa assunzione di responsabilità da parte di ogni organizzazione prestrutturata che dentro questo Forum interagisce, ossia partecipare facendo un passo indietro rispetto al proprio protagonismo e alla propria visione particolare a vantaggio di un’azione continuativa per il bene comune. 

CONDIVISIONE DELLE FINALITÀ

Il FAS è uno spazio di incontro e confronto tra le diverse identità di categoria del comparto arte e spettacolo. Esso agisce favorendo il dialogo e la mutualità tra le differenti istanze. Con il medesimo approccio mutualistico i singoli aderenti si impegnano a rispettare, sostenere e valorizzare le peculiarità di ogni componente rappresentata, riconoscendo i meriti, delegando le azioni, imparando ad ascoltare prima di apportare il proprio contributo e, soprattutto, dando fiducia alle competenze che ognuno mette in gioco. 

RISPETTO RECIPROCO

È corretto esprimere perplessità, evidenziare criticità o manifestare fragilità del Forum o dei suoi aderenti, ma con l’impegno di non sfociare mai nella denigrazione, sia con l’uso delle parole, che dei modi, che degli strumenti. Gli aderenti si impegnano a confrontarsi tra loro con spirito costruttivo, assertivo, rispettoso e sincero, e ad esprimere eventuali divergenze su materie inerenti il FAS solo dopo aver espresso tali divergenze all’interno del forum stesso. Questo atteggiamento deve risolversi anche nelle relazioni verso l’esterno. 

TRASPARENZA

Nel limite delle proprie competenze e nel rispetto delle differenti nature dei soggetti partecipanti, gli aderenti al FAS si impegnano a un’azione trasparente verso l’esterno che garantisca la conoscenza delle azioni e delle proposte da questo elaborate o deliberate. 

BENE COMUNE E INTERESSE INDIVIDUALE

Tutti i soggetti aderenti al FAS sono portatori di interessi particolari (di settore, categoria, filiera…) che devono essere rispettati e valorizzati all’interno e all’esterno del Forum. Occorre tuttavia impegnarsi a conformare le proprie azioni agli obiettivi generali e al bene comune condivisi dal Forum. 

CONFLUENZA DELLE RAPPRESENTANZE

Il FAS si pone nel dibattito in corso come soggetto rappresentativo di istanze trasversali tra settori. Consapevoli che il dato quantitativo di partecipazione è importante quanto quello qualitativo, per la produzione di effetti riformatori del sistema, tutti i sottoscrittori del manifesto FAS aderiscono a un approccio partecipativo rivolto all’ascolto delle istanze dei lavoratori e delle altre componenti di sistema. 

SOSTENIBILITÀ E TERRITORIALITÀ

Il Forum e i suoi aderenti nell’elaborare proposte, azioni e attività tengono in considerazione i principi di valorizzazione delle peculiarità territoriali e quelli della sostenibilità economica e ambientale. 

PRINCIPI ISPIRATORI

Il Forum Arte e Spettacolo opera in seno ai valori fondativi definiti dalla Costituzione della Repubblica Italiana, riferendosi in particolare agli art. 3, 9 e 21, e alla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Il Forum, nel suo agire, riconosce e attua il valore e la forza innovativa dei principi espressi dalla Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore del patrimonio culturale per la società (Faro, 27 ottobre 2005). In particolare condivide e afferma i concetti di patrimonio culturale, di comunità patrimoniale e di diritto alla cultura come diritto umano, così come enunciato dagli art. 1, 2 e 4 della Convenzione. Il Forum rispetta e difende i Beni Comuni, così come definiti dai principi e i criteri delineati dalla Commissione Rodotà (2007), funzionali all’esercizio dei diritti fondamentali della persona a prescindere dall’appartenenza pubblica o privata.