Proposte di Riforma per Arte e Spettacolo

Il Forum Arte e Spettacolo ha elaborato un pacchetto di proposte per la riforma del sistema spettacolo. Le proposte sono state sottoscritte da oltre 50 realtà del settore e sono promosse dai 12 Assessori alla Cultura che hanno firmato durante il lockdown il Manifesto per la Cultura.

Le cinque proposte di riforma del Forum Arte e Spettacolo

Proposta n. 1 – Posizione previdenziale unica per artisti e professionisti dello spettacolo, con identica contribuzione e diritti, che preveda anche l’assicurazione infortuni INAIL, senza diversificazione in base ai contratti di lavoro applicati e che consideri anche il montante dei compensi, non solo il fattore tempo, come misura delle prestazioni.

Proposta n. 2 – Reddito integrativo per artisti e professionisti dello spettacolo, da richiedere nei periodi di sospensione delle attività che comportano assenza di reddito e di indennità.

Proposta n. 3 – Sportello unico su piattaforma open source sul quale organizzare i registri delle professioni e tutti gli eventi. Una procedura semplificata per tutte le pratiche connesse all’organizzazione di eventi, che vengono protocollati con codice identificativo unico.

Proposta n. 4 – Semplificazioni per l’organizzazione di spettacoli e manifestazioni artistiche: contratto semplificato per prestazioni di spettacolo occasionali, iter specifici per la gestione della sicurezza dello spettacolo, supporto per esordienti e forme innovative di associazionismo e organizzazione.

Proposta n. 5 – Incentivi economici a sostegno dello Spettacolo: aliquote IVA al 4%, detrazioni fiscali per tutti i corsi di musica e arte e credito d’imposta esteso a tutti gli enti pubblici e privati che operano in ambito culturale.

Le proposte per la riforma del sistema spettacolo e l’introduzione dello statuto del lavoro nelle arti e nello spettacolo sono state presentate durante la conferenza stampa svoltasi a Bologna il 28 settembre 2020.

proposte di riforma Forum Arte e Spettacolo

Interventi:

Matteo Lepore, Assessore alla Cultura del Comune di Bologna. 
Diodato, cantautore.
Paolo Fresu, musicista e direttore artistico.
Alberto Butturini, fonico.
Chiara Chiappa, Presidente Fondazione Centro Studi Doc.

Finora, oltre 50 realtà che fanno parte del Forum Arte e Spettacolo hanno sottoscritto il documento.

La conferenza stampa è stata ospitata dal Comune di Bologna presso la meravigliosa sala Stabat Mater della Biblioteca dell’Archiginnasio.

Hanno partecipato anche i senatori Francesco Verducci (PD) e Michela Montevecchi (M5S) e i deputati Matteo Orfini (PD), Alessandra Carbonaro (M5S) e Nicola Fratoianni (Sinistra Italiana).

La diretta streaming della conferenza stampa

A questo link la cartella stampa dell’evento.

Galleria fotografica

Il disegno di legge per “Statuto sociale dei lavori nel settore creativo, dello spettacolo e delle arti performative

Mercoledì 9 dicembre è stato depositato in contemporanea alla Camera e al Senato il disegno di legge “Statuto sociale dei lavori nel settore creativo, dello spettacolo e delle arti performative”. I primi firmatari sono rispettivamente Matteo Orfini e Francesco Verducci. I due onorevoli avevano partecipato alla conferenza stampa lo scorso 28 settembre.

Il DDL è ispirato alle proposte di riforma del Forum Arte e Spettacolo e rappresenta il primo passo della trasformazione in disegni di legge anche delle atre due parti della proposta, quelle che riguardano le imprese e gli incentivi per il settore.